News

2015-09-25

16 talenti pronti a sfidarsi per ideare il trattore del futuro

Padova, 25 settembre 2015 – Si sono chiuse in largo anticipo le selezioni dei sedici talenti che si daranno appuntamento il 26 e 27 settembre al Talent Garden di Padova per il “Carraro Blue Wave”, la prima “24 ore no stop” di lavoro ideata con un concept innovativo dalla start-up padovana AzzurroDigitale per il gruppo Carraro.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sviluppare nuove idee per concepire il “trattore 2.0”, ovvero una nuova generazione di veicoli figli dell’era digitale, in coerenza ad un percorso che sta già avvenendo anche nell’evoluzione della meccanica all’interno dell’area R&D Carraro.

All’evento saranno presenti alcuni top manager di Carraro, pronti a selezionare il miglior progetto per trasformarlo in realtà.

Dalle 15 di sabato 26 alle 15 di domenica 27, quando sarà proclamato il migliore progetto, i sedici talenti se-lezionati con competenze che spaziano dal marketing al design, dal project management allo sviluppo di software, lavoreranno divisi in quattro team.

I 16 partecipanti sono stati scelti tra oltre 100 candidati, dato che dimostra l’interesse per l’evento e per il progetto. I talenti sono stati selezionati da AzzurroDigitale con il supporto dei partner del progetto: la CUOA business school, la Scuola Italiana Design di Padova e Aiesec, l’associazione internazionale degli ex studenti delle facoltà di Economia.

I partecipanti al Carraro Blue Wave avranno l’occasione di avvicinarsi alle tecniche del Design Thinking e di apprendere una nuova metodologia di lavoro appositamente sviluppata per raggiungere il massimo di performance durante il processo creativo e innovativo del format.

Nato attorno al 2000, a Standford – in California, il Design Thinking è un moderno modello manageriale di gestione aziendale incentrato sulla persona (human-centered) e sui suoi bisogni. Tale metodologia è particolarmente adatta a trattare problemi complessi dall’esito incerto che comportano rischi decisionali.

Chi lo applica viene portato ad analizzare ciascuna situazione attraverso una visione creativa tipica del design strategico, e ad introdurre strumenti di verifica delle soluzioni, prima che siano implementate.

La giuria che proclamerà il migliore progetto sarà costituita da: Tomaso Carraro (vice presidente del Gruppo Carraro), Gianni Potti (presidente del coordinamento nazionale dei servizi innovativi di Confindustria), Stefano Image (business head di Carraro Tractors), Marco de’ Francesco (editor di Corriere Innovazione), Paolo Gubitta (Professore ordinario di Organizzazione aziendale e Delegato al Placement, Università di Padova), e Raffaele Talarico (DLG – Società Tedesca per l'Agricoltura / Italia).

_"Il Blue Wave rappresenta per noi un'ottima opportunità di raccogliere idee fresche e non provenienti da ambiti tradizionali, su come potrà essere concepito il trattore del prossimo domani”,_ afferma Stefano Image, business head di Carraro Tractors.

_“Abbiamo deciso di non chiederlo agli addetti ai lavori perché attraverso il Blue Wave potremo ricavare un punto di vista completamente diverso da ciò che potrebbe altrimenti risultare ovvio”.

_ _"Crediamo poi che grazie alla Open Innovation ed al supporto dei consulenti che accompagneranno i team in gara, questa maratona di due giorni abbia tutte le carte in regola per consentirci di raccogliere spunti interessanti da trasformare in azioni pratiche fin da subito"_, aggiunge il manager di Carraro Tractors.

_"Il nostro primo obiettivo è quello di far evolvere la nostra presenza in Rete, tenendo conto dei diversi pubblici a cui ci rivolgiamo e della necessità di instaurare un nuovo tipo dialogo"._